Personale al museo delle eccellenze artistiche e Storiche del 900, 2013

“Novanta artisti per una bandiera”, a cura di Sandro Parmiggiani, presso i chiostri di S.Domenico a Reggio Emilia segna l’inizio del 2013 per Raspanti . Nel 2014 si dedica ad una personale al Magi 900 (Museo delle eccellenze Artistiche e Storiche) di Pieve di Cento a cura di Graziano Campanini e Valeria Tassinari. Sandro Parmiggiani […]

L’artista sarà presente dal 7 Maggio al 1 ottobre 2017 con la mostra personale ” Confronti” presso il Museo Civico Medievale di Bologna.

un po’ di profumo 2011

Il 2012 vede intensificarsi l’interesse di Raspanti per il disegno , come testimoniato dalla colletiva  di inizio anno ,”Lascia un segno”, curata da Eleonora Frattarolo presso la Pinacoteca Nazionale di Bologna . E’ del settembre 2012 , in occasione della rassegna Arte & libro , la mostra  “Raspanti & Wolfango “, alla galleria Fondantico di […]

Personale al museo della sanità e dell’assistenza

Raspanti non manca all’appello, chiamato a partecipare a eventi di ambito regionale e nazionale, come nel 2005 quando si registra la sua presenza alla grande mostra “L’opera e lo spazio – Sculture del Novecento”, in cui i lavori dei più noti artisti contemporanei legati all’Emilia-Romagna sono esposti negli spazi di San Giorgio in Poggiale a […]

Esposizioni intensificate 2000

Nel 2001 si organizza a Bologna una personale presso lo Studio Cristofori dal titolo “Spezzare il Tetto della casa”, a cura di Eleonora Frattarolo e Valerio Dehò, in cui Raspanti ha l’occasione di presentare le sue ultime opere, coerenti con quanto finora elaborato, ma non prive di sorprese per chi conosce la sua ormai lunga […]

Il lavoro come un orto 1995

Le opere di Bruno Raspanti continuano a suscitare interesse e non cessano di essere inserite in rassegne ed eventi di ambito nazionale. Nel 1996 l’artista bolognese viene chiamato a creare un’opera per la mostra “Elementi. Aria – acqua – terra – fuoco”, curata da Adriano Baccilieri presso i Magazzini del Sale di Cervia. Nello scritto […]

Le scimmie come autoritratti 1990

Il 1990 si apre con una personale a Ravenna presso Santa Maria delle Croci dal titolo “Bruno Raspanti. Il soffio di Hokusai”. Adriano Baccilieri, nel lungo e complesso testo a catalogo, si spinge ad affermare che l’artista è “una delle presenze più chiare ed alte della scultura italiana contemporanea, nonostante le sue rare comparse pubbliche; anzi, […]

Altri sentieri 1985

Nel 1985 le opere scultoree di Bruno Raspanti sono scelte dalla commissione critica formata da Adriano Baccilieri, Enrico Crispolti e Claudio Spadoni per la XXIXa edizione del Premio Campigna intitolato “Tempo e Identità – 1. Memorie e Sedimenti” che si svolge a Forlì e a Santa Sofia di Romagna, per poi essere di nuovo presenti, […]

Paesaggi 1980

Sul principio degli anni Ottanta, e più precisamente nel 1981, la rassegna organizzata a Bologna, dal titolo “Regesto. Percorsi della Ricerca artistica in Emilia-Romagna 1970/1980”, fa il punto sulla situazione artistico-culturale della nostra regione. Non possono certo essere assenti le opere di Raspanti anche se, dopo qualche mese, all’inizio del 1982, e nella stessa città, […]

Insegnamento in accademia, fiori-zolle 1975

Continua l’attività espositiva sia per quanto riguarda le opere incisorie che quelle scultoree. Nel 1975 si registrano due personali in Veneto, a Padova, presso la Galleria Studio d’Arte Eremitani, e a Verona, presso la Galleria La Quaglia. Nel 1976 Giuseppe Nobili seleziona i suoi lavori per una collettiva presso la Galleria Padania, a Reggiolo, nella […]