Info Panel
You are here:   Home  /  L’artista

L’artista

Bruno Raspanti nasce a Settefonti di Ozzano dell’Emilia ( Bologna ), il 15 Agosto 1938. Studia all’Istituto d’Arte di Bologna, sotto la guida di Quinto Ghermandi, e all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove gli è maestro Umberto Mastroianni. E’ stato insegnante dapprima negli Istituti d’arte di Ancona, Modena e Bologna, e poi all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Inizia ad esporre nel 1956, ottenendo numerosi premi, tiene varie mostre personali in gallerie private e in spazi pubblici.

” Io considero le mie sculture e i miei disegni come cellule di un unico corpo. Nel mio studio sono circondato dalle cose e non le vedo quasi più singolarmente, ma come parte di un tutto unico.

Tra di loro ci sono dei continui rimandi, continue conversazioni, continui litigi, continue interrogazioni. Mentre lavoro cerco sempre ” l’errore ” significante perchè conosco la norma.

” Sbagliando ” si ha una via d’uscita, si percorre una strada laterale a cui non si pensava ; mi piacciono le strade laterali e non le autostrade. L’errore è fondamentale.

Il capolavoro assoluto ha una bellezza omicida, non ti dà scampo e implica un’idea di morte, quanti artisti sono stati uccisi dai capolavori….

L’errore, lo sbaglio rende le cose umane, più vicine a noi, più sorelle ; le cose devono essere sbagliate, ci deve essere l’uomo e la condizione umana dentro.

Amo i lavori manuali ; fare un tavolo, piantare un chiodo, tagliare il legno, ecc. Considero queste operazioni come pause tranquille e necessarie, come momento in cui la mente riposa. Dimenticare per qualche ora l’ossessione per l’arte, tornare alla normalità.

Cerco di mantenere uno sguardo vergine nel vedere l’invisibile. L’invisibile è tutto ciò che continuamente guardiamo senza vederlo. Spero vivamente di aver conservato la sapienza e la cultura necessaria a continuare a far vivere il bambino che è in me. Quando questo finirà…sarà la fine. ”