Il lavoro come un orto 1995

Le opere di Bruno Raspanti continuano a suscitare interesse e non cessano di essere inserite in rassegne ed eventi di ambito nazionale. Nel 1996 l’artista bolognese viene chiamato a creare un’opera per la mostra “Elementi. Aria – acqua – terra – fuoco”, curata da Adriano Baccilieri presso i Magazzini del Sale di Cervia. Nello scritto […]

Le scimmie come autoritratti 1990

Il 1990 si apre con una personale a Ravenna presso Santa Maria delle Croci dal titolo “Bruno Raspanti. Il soffio di Hokusai”. Adriano Baccilieri, nel lungo e complesso testo a catalogo, si spinge ad affermare che l’artista è “una delle presenze più chiare ed alte della scultura italiana contemporanea, nonostante le sue rare comparse pubbliche; anzi, […]

Altri sentieri 1985

Nel 1985 le opere scultoree di Bruno Raspanti sono scelte dalla commissione critica formata da Adriano Baccilieri, Enrico Crispolti e Claudio Spadoni per la XXIXa edizione del Premio Campigna intitolato “Tempo e Identità – 1. Memorie e Sedimenti” che si svolge a Forlì e a Santa Sofia di Romagna, per poi essere di nuovo presenti, […]